Benessere e Salute

Burpees: cos’è? Perché funziona davvero? Ecco tutte le risposte

 

I Burpees stanno letteralmente spopolando tra tutti gli appassionati di fitness. Di cosa si tratta in realtà? Come mai questa parola è entrata nel vocabolario degli atleti italiani? Partiamo con ordine.

Burpees è una parola inglese ed è il plurale di “burpee”. In poche parole si tratta di una serie di esercizi ginnici molto impegnativi che vanno eseguiti a corpo libero.

La particolarità dei Burpees è che sono esercizi complessi e multi-articolari, ovvero esercizi in grado di allenare tutti i muscoli e le articolazioni del corpo. Questi esercizi, se svolti correttamente, sono in grado di apportare numerosi benefici in fatto di metabolismo ma anche funzionalità.

Prima di proseguire oltre, ecco un link in cui potai approfondire tutti gli aspetti connessi ai Burpees.

 

L’esecuzione dei burpees tradizionali.

Se è la prima volta che ti stai approcciando ai burpees allora è meglio iniziare con l’esecuzione standard. Semplificando, possiamo dire che il burpee tradizionale va suddiviso in 4 fasi.

  1. Posizione di partenza e primo movimento: si parte in posizione eretta verticale per effettuare il primo movimento che consiste nell’accovacciarsi rapidamente, facendo cadere il peso del corpo in avanti.
  2. Secondo movimento: pochi istanti prima di toccare terra, dalla posizione accovacciata bisogna passare rapidamente alla posizione di plank, la stessa posizione utilizzata per le classiche flessioni.
  3. Terzo movimento: Riprendiamo dalla posizione di plank, ovvero corpo parallelo al pavimento sorretto dalle punte dei piedi a martello e dalla braccia distese e perpendicolari al pavimento stesso. A questo punto, bisogna ritornare alla posizione accovacciata.
  4. Quarto movimento: dalla posizione accovacciata, grazie ad un rapido movimento, bisogna ritornare in posizione eretta saltando, ovvero dandosi una forte spinta grazie agli arti inferiori.

 

Tutti i benefici dei Burpees

Una volta completate le 4 fasi in sequenza, si può iniziare un nuovo ciclo. Quella che abbiamo visto è solo una delle molte varianti dei burpees, ovvero quella tradizionale. Alcuni atleti, al fine di aumentare l’intensità, eseguono questo ciclo ginnico aggiungendo altri movimenti.

Un esempio? Tra il secondo e il terzo movimento si possono fare dei veri e propri piegamenti sulle braccia, ovvero le flessioni. Altri, invece, tra il terzo e il quarto movimento, effettuano un “box jump” (salto sulla “scatola” oppure sulla pedana).

Analizzando gli effetti dei burpees sull’organismo umano, possiamo constatare che questi esercizi sono dei veri e propri “brucia grassi”. Con una serie limitata di ripetizioni è già possibile notare un sia un notevole incremento dell’attività cardiaca che della produzione di acido lattico.

Sei stufo di spendere soldi in palestra per stancarti e non vedere nessun risultato? Leggi qui tutti gli approfondimenti relativi ai Burpees.

 

 

No Comments

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e le condizioni riportate nella pagina Disclaimer maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi