Benessere e Salute

COSA FARE QUANDO SI PERDONO I CAPELLI

La caduta dei capelli è un normale processo fisiologico necessario al ricambio della capigliatura. La perdita giornaliera varia dai 40 ai 100 capelli al giorno ed è data da vari fattori quali sesso, stagione, salute fisica, genetica o anche la frequenza dei lavaggi.

Se si osserva però una perdita consistente e prolungata nel tempo potrebbe trattarsi di un problema del cuoio capelluto o del follicolo. Una buona prassi prevede una visita tricologica ai primi segni di caduta massiccia dei capelli. Rivolgersi ad un professionista del settore, laureato in dermatologia, è molto importante ed è bene diffidare, in questi casi, da metodi fai da te che possono risultare più deleteri che altro.

Alimentazione corretta e prevenzione

La prevenzione, il più delle volte, può risultare molto utile. Rinforzare il capello non è difficile o faticoso e, in alcuni casi, sarà l’intera salute a giovarne. Vediamo assieme qualche metodo.

Un piccolo aiuto che possiamo dare ai nostri capelli, perché questi non comincino a diradarsi, è seguire un’alimentazione corretta ricca di vitamine e minerali. La vitamina C, per esempio, è molto importante per la rigenerazione cellulare della pelle. In assenza di questa i capelli tenderanno automaticamente a cadere. Se si ritiene però che, nonostante l’alimentazione, non si riesca ad assumere abbastanza eccipienti, un consiglio è di integrare con delle vitamine in capsule. Anche lavarsi i capelli con degli shampoo rinforzanti, che si possono trovare in qualsiasi farmacia ben fornita o erboristeria, può essere un valido aiuto.

Ovviamente dipende anche da quanto può essere esteso il problema. Se la caduta dovesse essere particolarmente massiccia l’alimentazione e gli shampoo potrebbero non essere più particolarmente incisivi.

I primi campanelli d’allarme

Da cosa ci accorgiamo che il problema sta diventando importante? La prima avvisaglia è data nel momento in cui cominciamo a trovare un gran numero di capelli sparsi in giro per le superfici di casa o, anche, quando osservando le tempie o la fronte le vediamo diradate. Anche le unghie possono essere d’aiuto per scoprire se si soffre di qualche problema essendo composte anch’esse di cheratina (lo stesso aminoacido dei capelli). Se dovessero sfaldarsi o rompersi facilmente, con molta probabilità, anche i capelli avrebbero qualche carenza.

Rimedi più incisivi

Una delle più comuni forme di calvizie è l’alopecia androgenetica, ovvero la comune calvizie maschile. Alcuni prodotti, come gli integratori per capelli, possono risultare particolarmente d’aiuto. Un esempio è dato da prodotti farmaceutici in pastiglie a base di ingredienti completamente naturali. L’utilizzo di questi trattamenti dovrebbe andare a riempire nuovamente le zone più rade e riattivare, quindi, i follicoli. Aiuterà anche il capello ad essere più forte e voluminoso.

Altri prodotti possono essere gli spray ad uso topico. Spruzzati direttamente sul cuoio capelluto, e magari abbinati ad un integratore per bocca, questo tipo di rimedio favorisce la ricrescita e contrasta l’assottigliamento capillare.

A questo punto va fatta una piccola premessa, questi prodotti possono risultare efficaci solamente in casi particolarmente lievi di alopecia. Nel caso in cui la perdita dovesse essere massiccia, come detto all’inizio, è consigliato rivolgersi ad un medico specializzato in tricologia che, dopo averne individuato la causa, potrà consigliare la cura individuale più adatta.

Per ulteriori informazioni sulla caduta dei capelli, consultare il Portale dei Capelli.

No Comments

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e le condizioni riportate nella pagina Disclaimer maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi