Ricette per la perdita di peso

Dimagrire con la dieta proteica

La dieta proteica per dimagrire è un regime nutrizionale che si basa su una maggior quota proteica rispetto alla ripartizione tradizionale dei macronutrienti, soprattutto carboidrati, sfruttando le caratteristiche positive delle proteine sul dimagrimento.

Tra tutte, è forse la dieta più utilizzata in questi anni, perché va ad attaccare la massa grassa, lasciando intatta la massa magra (i muscoli), compattando quindi i tessuti del corpo e regalando un aspetto tonico. Oltre a tenere a bada la fame per l’alto potere saziante delle proteine.
Altro aspetto importante per chi sceglie questo tipo di dieta, è dato dalla facilità nel seguirla: meno drastica rispetto ad altre cure dimagranti, non ha bisogno di un particolare e lungo periodo di mantenimento.

 

Come funziona?

Le proteine non posso essere immagazzinate e apportano poche calorie. Le proteine in eccesso vengono automaticamente smaltite e quindi eliminate, cosa che al contrario avviene con i glucidi, che si traducono in grasso corporeo.

 

Quali alimenti scegliere?

Gli alimenti ricchi di proteine sono soprattutto la carne e il pesce: è bene scegliere però carni magre come quella bianca di tacchino e pollo, oppure vitello e manzo, mentre per quanto riguarda il pesce sarebbe meglio evitare crostacei, molluschi e pesci grassi come ad esempio il salmone.

Dividiamo adesso le proteine in tre categorie: per il mantenimento del peso, per lo sviluppo della massa magra, per il dimagrimento. Scegliamo quest’ultima, quindi concentriamo la scelta degli alimenti che andremo a mangiare su prodotti lattiero-caseari a basso contenuto di grassi, soia, fagioli, frutti di mare, tofu e uova, formaggio magro, carne rossa, pollame e pesce.

 

 

Per un corretto apporto nutrizionale, è necessario però anche assumere un certo quantitativo di proteine sane, presenti in cibi come le noci e i semi (semi di girasole, anacardi, noccioline, mandorle), la soia e il latte di soia, i legumi, i formaggi a pasta dura (per esempio il parmigiano o il pecorino stagionato), a pasta media (Emmental), e a pasta molle (la mozzarella fiordilatte), la ricotta, il latte, le uova, il prosciutto (meglio cotto).

Detto questo, in una dieta bilanciata e funzionale non devono mancare tutti gli elementi. Scegliamo i carboidrati intelligenti, cioè quelli provenienti da frutta, verdure e dai cereali integrali, che garantiranno anche il giusto apporto di fibre (almeno 25 grammi al giorno).
Non dimentichiamoci frutta e verdura, scegliamo pasta e pane integrali e cerchiamo di eliminare bevande gassate e alcolici.
Attenzione però: una dieta proteica nel lungo periodo è stressante per l’organismo, in particolare per i reni. Può essere portata avanti al massimo per una settimana, e ripetuta ciclicamente quando serve.

Stampa

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e le condizioni riportate nella pagina Disclaimer maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi