I consigli dell'esperto

Guida alla pulizia dei denti

Per un sorriso luminoso, è importante pulire i denti con regolarità, in modo da mantenere una perfetta igiene orale e rendere lo smalto bianco e splendente. La pulizia dei denti può sembrare un’attività semplice e intuitiva, ma è bene tenere a mente alcuni accorgimenti per assicurarsi un risultato perfetto. Se vi manca un dente, vi consigliamo di provare un dente provvisorio.

Innanzitutto, lo spazzolino. Al giorno d’oggi, molti scelgono di acquistare uno spazzolino elettrico, che assicura una pulizia perfetta con grande facilità d’utilizzo. Questa scelta è particolarmente consigliata per coloro che usano un apparecchio ortodontico, in quanto facilita la rimozione della placca anche nei punti più difficili da raggiungere. Anche i bambini possono trarne vantaggio, soprattutto se trovano l’utilizzo dello spazzolino elettrico più divertente di quello manuale. Non è però una vera e propria necessità dal punto di vista dentistico: se usato bene, lo spazzolino manuale rimuove esattamente la stessa quantità di placca di quello elettrico. Se si sceglie lo spazzolino manuale, i dentisti ne consigliano uno medio-morbido, in quanto quello duro può irritare le gengive.

Sia che scegliamo lo spazzolino elettrico, sia che usiamo quello manuale, l’importante è armarsi di pazienza e procedere alla pulizia dei denti per almeno tre minuti, facendo attenzione a spazzolare bene l’intera arcata dentale, con un movimento verticale, dall’alto verso il basso. La pulizia più importante è quella serale, prima di andare a letto, ma per un sorriso sempre luminoso è consigliabile pulire i denti dopo ogni pasto e comunque mai meno di due volte al giorno. Una spazzolata dopo pranzo è una buona regola per mantenere sotto controllo il livello di placca che si forma durante la giornata.

Anche il dentifricio ha la sua importanza ed è bene fare attenzione a sceglierne uno arricchito al fluoro, una sostanza che rafforza lo smalto e che previene la formazione di carie. Non è necessario usarne una grande quantità, infatti ne basta pochissimo per assicurarsi una buona pulizia dei denti.  Nel caso di bambini piccoli la quantità suggerita è ancora minore ed è importante controllare che non venga ingoiato.

Per assicurarsi un sorriso smagliante, il filo interdentale è un aiuto prezioso: aiuta a rimuovere la placca, elimina i residui di cibo nascosti e riduce il rischio di carie e gengiviti. Per un corretto utilizzo, il filo interdentale va inserito tra i denti gentilmente e poi piegato a C da entrambi i lati, in modo da pulire bene sia a destra che a sinistra. Dopo averlo fatto scorrere dall’alto verso il basso, si passa al dente successivo. Il filo interdentale, al contrario dello spazzolino, non va riutilizzato: gettiamolo via dopo ciascun utilizzo e usiamone un altro, pulito, la volta successiva.

Per finire, la pulizia professionale dal dentista è un elemento chiave per mantenere una corretta igiene orale. È consigliabile prendere appuntamento almeno una volta all’anno, in genere insieme ad un controllo completo per escludere la presenza di carie, ma alcuni dentisti consigliano di procedere alla pulizia professionale anche due volte all’anno, per tenere a bada placca e tartaro ed assicurarsi un sorriso sempre luminoso. Scopri qui una guida per pulire i denti.

 

No Comments

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e le condizioni riportate nella pagina Disclaimer maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi